Home / IN EVIDENZA / Adler Thermae a Bagno Vignoni: il potere magico di un luogo

Adler Thermae a Bagno Vignoni: il potere magico di un luogo

Adler Thermae Bagno Vignoni

Quando il sogno diventa realtà. Basterebbe questa frase per racchiudere i giorni che ho trascorso da Adler Thermae a Bagno Vignoni ma questo soggiorno è stato così bello che ho proprio voglia di raccontarvelo. Ho trascorso queste giornate con la mia fotografa di fiducia, Silvia Aresca. Molte delle foto di questo articolo sono sue (capirete subito quali, ovviamente…le mie non sono paragonabili!!)  Non sarà facile avere un ordine preciso perché voglio raccontarvi sopratutto le emozioni che abbiamo provato. La struttura è qualcosa di incredibile. Ciò che più ci ha appagato è stata questa fusione con l’ambiente circostante, ovvero la sensazione che l’hotel fosse stato sempre lì, proprio come l’acqua termale, gli alberi, il prato, le colline circostanti e il cielo. Le stanze hanno tutte un terrazzo o un piccolo spazio esterno (al piano terra) dove poter godere di una vista mozzafiato.

La vista dalla nostra camera da letto. Foto Silvia Aresca.
La vista dalla nostra camera da letto. Foto Silvia Aresca.

Ogni alba è stata meravigliosa. Ci incantavamo a guardare il sole sorgere e le colline toscane (che si trovano sulla destra, quello nella foto è la struttura centrale dove si trovano il bar, il ristorante e la SPA).

La nostra giornata da Adler iniziava con lo yoga delle 8. E questo per me è stato davvero un valore aggiunto. Infatti, da Adler, trovate moltissime attività per la vostra giornata.

La vista dalla vetrata della sala per lo yoga da Adler Bagno Vignoni.
La vista dalla vetrata della sala per lo yoga da Adler Bagno Vignoni.

Io ho scelto lo yoga ma ci sono molti corsi differenti, la palestra, la possibilità di noleggiare le biciclette oppure il trekking con una guida che ogni giorno propone un itinerario differente. Considerate che siete in una zona splendida, tutta da scoprire e credo che camminare lungo la via Francigena sia bellissimo sopratutto in autunno o in primavera. Ma torniamo a noi….dopo lo Yoga con un maestro indiano, arrivava l’ora della colazione.

La mia colazione da Adler.
La mia colazione da Adler.

La colazione da Adler è tutto ciò che potete desiderare e anche di più. Angolo tisane, infusi e the, tantissimi tipi di pane diverso, brioche e torte, angolo delle crepes e angolo delle uova preparate sul momento, semi e frutta secca di ogni tipo, tantissimi gusti di yogurt biologici (uno era alle bacche di goji!), yogurt e latte vegetale (riso o soia), tantissimi cereali, marmellate,miele, zona con il salato con formaggi, salumi e salmone e angolo con la centrifuga da preparare sul momento accompagnata da varie brocche di succo già preparato (centrifughe fresche, smoothie o succhi biologici) e frutta fresca. Tutto questo accompagnato dalla splendida vista che potete godere dalla terrazza.

La vista dalla terrazza del ristorante da Adler a Bagno Vignoni. Foto di Silvia Aresca.
La vista dalla terrazza del ristorante da Adler a Bagno Vignoni. Foto di Silvia Aresca.

La giornata scivola via rapidamente con qualche bagno nella piscina termale che si trova prevalentemente all’esterno. E’ un vero piacere muoversi nell’acqua calda all’aria aperta. Io e la mia panciona ne abbiamo tratto un gran beneficio. Ovviamente ci sono dei punti con idromassaggio e cascate cervicali. C’è anche una piscina per il nuoto ma le temperature dicembrine non ci hanno consentito di utilizzarla (a onor del vero, il secondo giorno, con un sole caldissimo, molta gente si spostava dalla piscina calda a quella per nuotare perché in effetti ci si poteva stare…io sono troppo freddolosa!).

Le piscine di Adler a Bagno Vignoni. Foto di Silvia Aresca.
Le piscine di Adler a Bagno Vignoni. Foto di Silvia Aresca.

Una nota di merito alla grotta salina, che si può prenotare come trattamento SPA per due persone. E’ bellissima e vi consiglio di provarla! Ci si immerge in questa vasca con acqua termale e sali del mar morto per un relax e un effetto drenante assicurato (se ve lo dico io al settimo mese di gravidanza potete credermi!). Le saune e vari tipi di bagno turco li ha provati Silvia anche per me (con la pressione bassa e la gravidanza non era il caso…sigh) e io, per non farmi mancare niente ho provato un trattamento ayurvedico. Sapete che io sono una grande appassionata dell’ayurveda e devo dire che Adler ha una vasta scelta. Ci sono moltissimi trattamenti diversi, eseguiti da personale qualificato ed esperto. Io ho provato l’Abhyanga, un massaggio corpo rilassante e nutriente con olio di sesamo caldo. Lenisce la tensione, detossina e favorisce il sonno eseguito dal medico Nahrenda Babu da Bangalore. Bellissimo il trattamento e molto dolce e professionale il medico. Insomma, da provare assolutamente. Anzi, avrei voluto avere più giorni a disposizione per un programma ayurvedico più completo. Se cercate un luogo dove fare una settimana di yoga (organizzano anche seminari con maestri provenienti da tutto il mondo!) e trattamenti ayurvedici Adler è il posto adatto.

Ho provato anche un massaggio drenante eseguito in modo impeccabile, da Sara, bravissima e gentilissima operatrice che mi ha cosparsa con un burro di latte e miele dal profumo inebriante (e idratante al massimo!).

Insomma, la SPA di Adler si conferma quello che sembra a prima vista: un luogo speciale con operatori di alto livello, trattamenti bellissimi, prodotti di alta qualità e una gentilezza e un senso di familiarità che ti mette a tuo agio. Un dettaglio piacevolissimo sono le finestre delle cabine. Ogni cabina per i trattamenti ha infatti una finestra che si affaccia su una piccola piscina che ha di fronte una sauna e una sala relax. Un angolo stupendo. Questo permette anche agli operatori di avere una visuale aperta e di non sentirsi “al chiuso”. Penso sia importante per il benessere di tutti.

Parliamo adesso di quello che è stato il mio luogo preferito dal primo momento in cui l’ho visto. La sala del silenzio. Una sala relax che ti permette di abbandonare qualsiasi pensiero. E’ come se l’architetto avesse fuso in lei tutti gli elementi della natura grazie alla splendida vetrata con effetti diversi a seconda dell’orario. Il giorno la luce ti entra nell’anima. Il tardo pomeriggio, con il buio, ti senti accarezzato dai camini accesi.

Relax totale per me e Giulia...farsi cullare con la natura intorno in gravidanza è davvero magico. Foto di Silvia Aresca.
Relax totale per me e Giulia…farsi cullare con la natura intorno in gravidanza è davvero magico. Foto di Silvia Aresca.

In questa sala non si può parlare. Si medita. O si legge. Le sedute sono tutte fantastiche. Dal letto dondolo, al letto girevole, alle poltrone che si inclinano a seconda della posizione che assumete. L’atmosfera che si respira in questa stanza è indescrivibile. Ogni volta che trascorrevo del tempo lì dentro quando uscivo mi sentivo così rilassata e rigenerata che non potevo crederci. Davvero una bella esperienza che rimarrà impressa per sempre nella mia memoria come un’emozione tra le più complete della mia gravidanza.

Io e la mia panciotta nella stanza del silenzio da Adler. Foto di Silvia Aresca.
Io e la mia panciotta nella stanza del silenzio da Adler. Foto di Silvia Aresca.

Concludiamo con le mie impressioni sulla cucina perché sapete bene quanto sia importante per me. Della splendida colazione abbiamo già parlato. A pranzo non ci siamo mai fermate per sfruttare due ore di tempo per girare i paesi nelle vicinanze. Siamo state a Monticchiello, Pienza, Montepulciano e ovviamente a Bagno Vignoni e ci siamo rese conto che Adler è davvero un punto strategico per visitare questi luoghi bellissimi. Per merenda, nel bar, trovate un buffet con dolci e frutta fresca e tenete presente che in giro per la struttura trovate sempre degli angoli attrezzati con tisane, acqua e frutta fresca (c’erano anche i bastoncini di carote che ho davvero apprezzato!). A cena abbiamo sempre mangiato bene e siamo sempre state colpite piacevolmente dalla gentilezza del maitre e del personale di sala.

Alcuni scatti dal ristorante di Adler a Bagno Vignoni.
Alcuni scatti dal ristorante di Adler a Bagno Vignoni.

Nella foto un delizioso risotto allo zafferano della Val d’Orcia con burratina, una parte del buffet di formaggi, una millefoglie di tofu, verdure e formaggio e uno dei dolci a buffet (la panna cotta, che io adoro, ed era buonissima). Nella mia memoria restano anche degli ottimi ravioli di verdure con fonduta e tartufo, un tortino al cioccolato con una composta di frutti di bosco caldi e il gelato alla panna, una mousse al mango davvero divina e il meraviglioso buffet delle insalate, molto vario. Su richiesta, meglio se al momento della prenotazione, possono preparare anche un menù vegan. Insomma, anche il ristorante prende il massimo dei voti.

Avete presente il trauma al momento dei saluti? Non volevo più andare via e ancora adesso quando penso al mio soggiorno da Adler mi vengono in mente i colori, i sapori, i profumi e tutte le splendide sensazioni che ho provato.

Credo che sia questo il loro valore aggiunto: la percezione di sentirsi sempre coccolati, a proprio agio, in un ambiente confortevole e sereno, la sensazione di essere avvolti dalla bellezza e quei momenti di fusione con se stessi e con il mondo.

Questo è il potere magico di un luogo.

Adler Thermae di Bagno Vignoni. Foto di Silvia Aresca.
Adler Thermae di Bagno Vignoni. Foto di Silvia Aresca.

About Samantha

Samantha
Samantha Alborno -------------------------------------------------------------------------------------------------- Samantha si appassiona alla cucina naturale e conduce due programmi di ricette: "In cucina con Samantha" per Telegenova e "Naturalmente...in cucina" sulla Web Tv di Donna Moderna. Organizza corsi di cucina, consulenze per la ristorazione e piccoli eventi.

Check Also

Sformato di zucca e cous cous

Dicembre 2016 – Questa ricetta nasce con due obiettivi diversi: il primo è quello di …