Home / IN EVIDENZA / Candele, amore e fantasia… perché della candela, niente si butta via!

Candele, amore e fantasia… perché della candela, niente si butta via!

candeleGiornate uggiose, voglia di restare in pigiama, spaparanzati sul divano davanti alla propria serie tv preferita: se il cielo grigio vi rende pigre, ecco un’eco-idea creativa per non annoiarvi la domenica pomeriggio!

Non preoccupatevi se non vi sentite “portate”: tutto sta a iniziare, poi la fantasia e la creatività suggeriranno soluzioni sempre nuove.

Vi è già capitato di ritrovarvi, magari dopo una cena particolare, un bagno rilassante o una piacevole serata con le amiche, con diversi “avanzi” di candele sparsi per la casa, senza sapere cosa farne?

Allora continuate a leggere: questo è il post giusto.

Seguendo le semplici istruzioni qui sotto, potrete realizzare coloratissime candele a costo zero: un’attività manuale e divertente, col vantaggio ecologico, ma anche economico, del riciclo dei materiali di recupero.

ISTRUZIONI:

  1. Raccogliere tutte le candele usate che recuperate in casa.
  2. Far sciogliere a bagnomaria, dentro diversi barattoli in vetro, gli “avanzi”, divisi per colore.

Se avete solo candele bianche, potete colorare la cera con qualche goccia di colore a olio o dei pezzetti di pastelli a olio da sciogliere nella cera.

In alternativa, se avete dei vecchi trucchi da “smaltire”, potete unire dei pezzetti di rossetto o mina di matita colorata.

Per profumare la cera, aggiungete qualche goccia di olio essenziale, prima di mettere il composto a bagnomaria.

3. Lo stoppino, invece (piuttosto ostico da realizzare), si può facilmente recuperare aprendo a metà una normale candela stearica.

Per sistemare più stoppini in un contenitore grande, fissateli al fondo con una pallina di stucco.

Attenzione a fissare lo stoppino ben al centro della formina!

(piccolo trucco per non far “ballare” troppo il filo: attaccate due strisce di carta nastro ai bordi del contenitore su cui praticherete dei fori; da essi e dal foro centrale farete passare lo stoppino. Tendete poi bene i fili e fissateli con altra carta nastro).

4. Una volta liquefatta tutta la cera, versarla negli stampi.

Nei negozi di hobbystica e bricolage si trovano facilmente gli stampi per candele, di varie forme e dimensioni, ma per iniziare vanno benissimo i vasetti dello yogurt o della ricotta.

5. Dopo circa 30 minuti, le candele saranno pronte per creare un’atmosfera speciale o per essere impacchettate, diventando degli originali regali di Natale low cost.

Ricordate che i cosiddetti “regali hand-made” sono sempre una buona idea perché, partendo da materie prime e facendo da sé, le cose sono non solo più “vere”, ma anche piene della propria energia.

Passione e amore per trasformare un semplice regalo in un sincero gesto d’affetto.

About Valentina D'Amora

Check Also

Polpette broccolose

Evviva! Una nuova ricetta finalmente! Scusate se ci ho messo tanto ma è stato un …