Home / Le notizie di Samantha / I cereali (integrali!)

I cereali (integrali!)

cereali-integraliFino a qualche anno fa consumavo principalmente pasta, riso e farina bianca e, devo ammetterlo, non avevo mai pensato che questo potesse essere un problema. Il trucco è sempre lo stesso: velocizzare il processo di cottura, rendere i cereali più belli e ottenere alcuni vantaggi nella lavorabilità. Ma a quale prezzo? Questa è la domanda che dobbiamo porci perchè ciò che mangiamo è fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere psicofisico.

Quindi? Quali sono i vantaggi che possiamo ottenere sostituendo gli abituali cereali raffinati con i cereali integrali? Approfondiamo insieme l’argomento!

I cereali sono semi di piante appartenenti alla famiglia delle graminacee quali frumento, segale, riso, avena e orzo.

Ogni chicco è costituito da 3 parti distinte: la crusca esterna, (ricca di fibre) il germe interno (ricco di micronutrienti) e l’endosperma (ricco di amidi).

Quando mangiamo un cereale integrale quindi assumiamo tutte e tre le componenti del chicco e beneficiamo sopratutto di quelle fibre, presenti nella crusca esterna, che ci aiutano a mantenere in salute il cuore e l’intestino (e non solo!).

Infatti i benefici dei cereali integrali sono ampiamente associati al consumo di tutte le loro sostanze nutritive, che comprendono vitamine (gruppo B e vitamina E), sali minerali (ferro, magnesio, zinco, potassio, selenio), acidi grassi essenziali, fitochimici (sostanze fisiologicamente attive di piante che recano benefici funzionali alla salute) e altri componenti bioattivi. Tutte le sostanze che troviamo nel germe e nella crusca, se consumate insieme hanno un effetto additivo e sinergico sulla nostra salute.

E allora….per quale motivo consumiamo prevalentemente cereali raffinati?

Come potrete immaginare, in epoca preindustriale i cereali venivano tendenzialmente consumati interi ma con il tempo si è arrivati ad un consumo maggiore di cereali raffinati. La tendenza ad una preparazione dei cibi più rapida, la mancata conoscenza del prodotto e dei suoi benefici per la salute, le difficoltà nell’identificare gli alimenti a base di cereali integrali, la percezione del sapore di questi prodotti e talvolta il loro costo sono stati limiti che possono essere abbattuti grazie alla reale percezione del beneficio e alla diffusione di ricette a base di cereali integrali.  Certo, per far cuocere un riso integrale ci vogliono tra i 40 e i 60 minuti ma la vostra pazienza verrà ripagata, credetemi.  😉

 

About Samantha

Samantha
Samantha Alborno -------------------------------------------------------------------------------------------------- Samantha si appassiona alla cucina naturale e conduce due programmi di ricette: "In cucina con Samantha" per Telegenova e "Naturalmente...in cucina" sulla Web Tv di Donna Moderna. Organizza corsi di cucina, consulenze per la ristorazione e piccoli eventi.

Check Also

La mia intervista a Jodi Berg, amministratore delegato di Vitamix

In occasione dei K-Days di Künzi ho avuto il piacere di intervistare Jodi Berg, amministratore …