Home / Recensioni / Chicza: tutto un altro chewing-gum

Chicza: tutto un altro chewing-gum

chicza_valeEra più di un anno che non masticavo un chewing-gum. Da quando non ero più riuscita a trovare un pacchetto che non riportasse la dicitura Aspartame tra gli ingredienti, avevo smesso di comprarli.

Poi, alcune settimane fa, entro in contatto con Chicza, un’azienda che, dal 2010, si occupa ufficialmente dell’importazione e della distribuzione in Italia di una particolare e innovativa gomma da masticare: totalmente naturale, biologica, biodegradabile, priva di aspartame, lattosio, glutine e, infine, non testata sugli animali.

Una bella svolta nell’ambito delle gomme da masticare che, per un motivo o l’altro, sono state, da molti, eliminati dalla propria quotidianità.

Cerco informazioni sulla ditta produttrice e mi stupisco piacevolmente dagli importanti valori alla base della diffusione dell’“oro bianco” dei Maya: passione, onestà, umiltà e semplicità. Leggo con piacere che lo staff di Chicza si pone, da sempre, l’obiettivo di “coniugare la logica d’impresa con l’anima di azienda commerciale orientata al sociale”, tutelando, in primis, il consumatore. Con questo progetto, poi, l’azienda rappresenta il Messico e una particolare cultura Maya che ha riposto grande fiducia nella responsabilità del mercato italiano.

Decido di farmene spedire un assaggio per tutti i 4 gusti disponibili: Lime, Menta, Cannella e Menta Piperita.

Arrivano dopo un paio di giorni e apro subito il pacchetto alla menta, il primo che mi capita tra le mani. Già mi aspettavo delle gomme confezionate singolarmente e, invece, mi trovo di fronte  una tavoletta quadrettata, simile a quella di cioccolata, contenente l’equivalente di 12 gomme già pretagliate (proprio come una pizza!), da spezzare, quindi condividere con gli altri. Il messaggio sottinteso è chiaro: “siate realmente sociali, non social“. 

Risparmiare sugli imballaggi poi, fornendo astucci da 12, è un aspetto realmente innovativo, che rende l’azienda davvero speciale e degna di menzioni particolari: risulta infatti vincitrice di numerosi premi, come “Miglior Nuovo Alimento biologico 2009” al Natural and Organic Products Festival di Londra,“Premio per lo Sviluppo Sostenibile 2010”, “Premio Speciale Green Factor 2010” dalla Regione Friuli Venezia Giulia, riconoscimento della Regione Lombardia “Innovazione amica dell’ambiente“, “Premio nazionale al merito forestale  2012” e molti altri.

Scarto l’involucro e mi colpisce il color nocciola, in notevole contrasto con l’abbagliante bianco artificiale degli altri chewing-gum in commercio. Incuriosita ne metto in bocca un quadretto e lo assaggio: sia il gusto che la consistenza sono totalmente diversi dai chicles più comuni, ma ci si abitua in fretta. Vedrete, non riuscirete più a farne a meno (specialmente di quelli al Lime, gustosissimi)! 

“Buona e brava”  Chicza, inoltre, è 100% biodegradabile (mai più tappeti di cicche sul marciapiede!) ed equosolidale.

Per più di 2000 raccoglitori della cooperativa messicana, l’azienda rappresenta una concreta possibilità di lavoro che non danneggia la foresta: le incisioni praticate nella corteccia si rigenerano velocemente e l’albero di Sapodilla, benché “ferito”, continua a “respirare”. I lavoratori messicani, in questo modo, si sono liberati dalle dinamiche del mercato sempre a loro sfavore: tra raccoglitori e le loro famiglie, grazie a Chicza, sono più di 10.000 le persone che hanno visto migliorare e stabilizzarsi la propria condizione economica.

Vi sfido a trovare un lato negativo di queste gomme, a dir poco perfette, da ogni punto di vista!

Il mio consiglio, quindi? Provatele e ditemi la vostra!

Ecco dove acquistare Chicza: http://www.chicza.it/acquista-online.php

Buona masticata a tutti!

About Valentina D'Amora

Check Also

Ecocosmesi creativa: la natura che si prende cura della bellezza

L’estate è ufficialmente arrivata e con lei sole, mare e docce frequenti. Naturalmente, è bene …