Home / IN EVIDENZA / Il secondo trimestre di gravidanza: la mia esperienza

Il secondo trimestre di gravidanza: la mia esperienza

Il mio secondo trimestre di gravidanza.
Il mio secondo trimestre di gravidanza.

Dicembre 2016 – Oggi inizia il primo giorno del mio terzo trimestre quindi, ecco il momento buono per fare una sintesi degli ultimi 3 mesi della mia gravidanza. Se avete già letto l’articolo sul mio primo trimestre di gravidanza, vi renderete conto della totale differenza tra i due articoli. Il primo trimestre per me è stato terribile. A riguardarlo adesso non riesco a immaginare che ad un certo punto quel malessere così profondo mi abbia abbandonato. E invece è stato così, in modo graduale. Il quarto mese ho iniziato a stare meglio con una riduzione dei sintomi non indifferente: meno nausea e mal di stomaco. Totalmente scomparsa la mia difficoltà ad addormentarmi e le mie reazioni isteriche. Sono tornata ad essere quella che sono: Samantha che pulisce un po’ la casa e cucina, Samantha che sorride a tutti quelli che incontra e sopratutto…Samantha che sarebbe in grado di mangiare un elefante intero! Aiuto! Immaginatevi, dopo 3 mesi a cracker, grissini, anguria, melone e coca cola cosa succede quando il vostro stomaco non vi abbandona. Cibo. Tanto cibo. Troppo cibo! Il quarto e il quinto mese li ricorderò così: spuntini del pomeriggio con panini o tramezzini ricchi di salse, piatti da mezzo chilo di pansoti al sugo di noci e la visita dalla ginecologa, alla fine del quinto mese, che mi ha confermato che avevo preso ben 8 kg. Panico. Come risvegliarsi dal torpore e rendersi conto che forse abbiamo un po’ esagerato. Decisamente. Se la mia ginecologa legge questo articolo mi spara. Quando sono tornata a casa ho tirato fuori la mia solita grinta e ho fatto cose che voi umani non potete capire…in un mese e mezzo ho preso solo 1 kg (ma la piccola è cresciuta di ben 700g, per un dignitosissimo peso massimo di 1,350 grammi complessivi!). Festaaaa! Giubilooooo!!! Insomma…come ho fatto a dimagrire? Sì, perché la ginecologa mi ha detto che sono dimagrita e quel chilo è tutto gravidanza e niente ciccia! Ho mangiato bene. Un mese e mezzo di salute. Ho quasi dimenticato i formaggi, gli spuntini sconsiderati in orari assurdi e salse, salsine, porzioni ciclopiche. Ho mangiato tanta verdura, meno frutta (ne mangiavo tantissima tutto il giorno), cereali integrali, semi, yogurt magro. Poco di tutto, con calma. Lentamente la mia ossessione per il cibo si è spenta e ha lasciato spazio alla voglia di uscire di casa, alle mie lezioni di yoga, mai state così intense ed emozionanti, le mie vacanze alle terme, la mia vacanza con il mio compagno, la capacità di prendermi cura di me come mai ho fatto nella vita. La bambina ha apprezzato. Ha apprezzato mostrandomi la sua vitalità senza pari (si muove di continuo), la sua crescita costante e un rapporto molto bello. Non avete idea di quello che significa per me fare yoga con lei. Finisco la lezione piangendo perché la sento così profondamente che mi sembra di conoscerla da sempre. E poi la piscina. Che meraviglia! Non ho mai apprezzato così tanto il nuoto! Come avrete capito sono stati 3 mesi davvero meravigliosi con una salute di ferro e tante emozioni sorprendenti! I sintomi ci sono stati ma sopportabili: qualche giorno di sciatica (risolti rapidamente grazie alla mia osteopata!), i crampi notturni alle gambe, qualche mal di testa ogni tanto.

Per concludere ecco ciò che ho amato di più del mio secondo trimestre:

  • Yoga: decisamente una delle esperienze più belle della mia vita, molto emozionante.
  • Piscina: Il nuoto individuale e l’inizio del corso gestanti. Adoro muovermi in acqua con il pancione.
  • La mia pancia: una pancia di dimensioni giuste, non troppo ingombrante, bella.
  • La salute ritrovata: è proprio vero che quando c’è la salute c’è tutto.
  • Il rapporto con il mio compagno: non sono mai stata così bene con lui come in questi tre mesi. Ho riso di gusto e abbiamo iniziato a costruire il nido senza nemmeno dircelo. Così, insieme, con lo stesso ritmo, superando la nostra innata pigrizia.
  • Il cibo: devo ammettere che mi sono goduta di più l’ultimo periodo. Quando ho iniziato a mangiare bene e a “stare” attenta all’inizio facevo una fatica immane. Poi ho iniziato a godermi le zuppe, le insalate, l’integrale, la semplicità. Adesso ho un buon equilibrio.
  • Le vacanze: non ho mai fatto così tante vacanze in vita mia: prima alle terme a Bardolino con Luna, poi in Umbria con il mio compagno e per concludere sempre alle terme in due diverse località toscane con Silvia. Insomma…me la sono davvero goduta.

Il secondo trimestre è davvero un periodo magico e per me è stato un po’ spostato in avanti (5-6-7 perché il 4 non ero ancora in forma). Ora è davvero finito. In fondo i calendari non servono, basta ascoltarsi. Sono aumentati i crampi notturni, faccio più fatica a respirare e ho un po’ di bruciore di stomaco e nausea. Inizio ad avere un po’ di ansia per il parto, ho qualche pensiero in più e qualche paura sul diventare mamma e sono di nuovo più nervosa con chi è intorno a me. Ho iniziato il corso pre-parto e oggi ho l’ecografia dell’accrescimento. Le festività voleranno e mi ritroverò in fretta ad un mese dall’arrivo di Giulia. Insomma…

About admin

Check Also

Sformato di zucca e cous cous

Dicembre 2016 – Questa ricetta nasce con due obiettivi diversi: il primo è quello di …