Home / IN EVIDENZA / Milano dice no alle merendine e sì alla frutta

Milano dice no alle merendine e sì alla frutta

frutta-verdura-novembreIl 7 giugno 2013 il sito web di Milano Ristorazione pubblica questo avviso: “Milano Ristorazione ricerca soggetti interessati ad erogare un contributo per la realizzazione del progetto “Frutta a metà mattina” che prevede la consegna alla scuola, il lavaggio e allestimento per la somministrazione in classe per la merenda mattutina di frutta fresca destinata al consumo degli alunni delle scuole primarie del Comune di Milano per l’anno scolastico 2013 – 2014.”

Eh già perché il Comune di Milano sceglie di dare un frutto ai suoi bambini ma il problema è il costo dell’operazione. Come fare? Aperto un bando di 700 mila euro per trovare chi sponsorizzerà questa iniziativa. Lo scopo è quello di coinvolgere aziende biologiche e a filiera corta per incentivare i bambini a consumare la frutta al posto della classica merendina portata da casa.

Una scelta che può dare il via ad un cambiamento importante considerato che i pediatri, già un anno fa denunciavano lo scarso consumo di frutta dei bambini italiani. Aumentando il consumo di frutta nelle scuole si introduce un concetto importante che può portare i bambini ad avere voglia di consumare anche a casa un alimento fondamentale per la salute che andrebbe a sostituire le classiche merendine confezionate che i bambini portano a scuola, nella maggior parte dei casi.

Aspettiamo (e speriamo!) notizie sull’esito del bando!

About Samantha

Samantha
Samantha Alborno -------------------------------------------------------------------------------------------------- Samantha si appassiona alla cucina naturale e conduce due programmi di ricette: "In cucina con Samantha" per Telegenova e "Naturalmente...in cucina" sulla Web Tv di Donna Moderna. Organizza corsi di cucina, consulenze per la ristorazione e piccoli eventi.

Check Also

Sformato di zucca e cous cous

Dicembre 2016 – Questa ricetta nasce con due obiettivi diversi: il primo è quello di …