Home / IN EVIDENZA / Una buona alimentazione in gravidanza per tutta la famiglia

Una buona alimentazione in gravidanza per tutta la famiglia

Alimentazione corretta in gravidanza per tutta la famiglia.
Alimentazione corretta in gravidanza per tutta la famiglia.

Come sapete nell’ultimo periodo ho approfondito l’argomento dell’alimentazione in gravidanza scoprendo che molti esperti parlano di alimentazione dei primi 1000 giorni a partire dal concepimento fino al secondo anno di età del bambino. Anche durante la mia intervista a Jodi Berg, amministratore delegato di Vitamix, abbiamo parlato dell’importanza di un’alimentazione sana anche 45 giorni prima del concepimento. Un argomento sicuramente vasto, interessante e pieno di studi a riguardi. Il mio compito, con questo articolo è quello di sintetizzare alcune “buone pratiche” che vi aiuteranno a stare bene e a fornire al vostro bimbo tutti i nutrimenti necessari. Sono solo indicazioni generali, miei consigli personali sulla base di quanto ho letto, in ogni caso vi invito a consultare nutrizionisti e medici per approfondimenti e carenze di vario tipo. Ogni persona è diversa e anche questo è da tenere bene a mente.

I cibi importanti, da non dimenticare nella nostra dieta:

  • I germogli: non tutti li utilizzano ma sono un vero e proprio concentrato di principi nutritivi. Alfa alfa, crescione, ravanello, senape, girasole, lenticchie, piselli e molti altri.
  • La verdura cruda, scottata, a vapore: se possibile meglio biologica o di coltivatori km zero che non utilizzano pesticidi. E’ fondamentale e non deve mai essere esclusa dalla dieta (anche quando non si parla di gravidanza direi!).
  • Alghe; io le cerco sempre provenienti dalla Bretagna. Insaporiscono ogni pietanza facendo limitare l’uso del sale (che in gravidanza è bene limitare per il rischio di pressione alta).
  • Semi oleosi e frutta a guscio: mandorle, noci, nocciole, pistacchi e i vari semi di sesamo, girasole, zucca…aggiungeteli alle insalate per gustarli al massimo! (se volete utilizzare i semi di lino ricordatevi di tritarli in un macinino per ottenere tutti i benefici sopratutto per evitare la stipsi). Anche spezie come la curcuma, lo zenzero e il cardamomo possono essere consumate con moderazione.
  • Legumi e cereali: vi consiglio di mixare il più possibile questi alimenti per ottenere combinazioni sempre nuove nella preparazione di piatti unici e zuppe. Lenticchie, ceci, fagioli, soia, piselli ben si abbinano con miglio, riso, grano saraceno, mais, farro, segale, grano, orzo e con tutti i cereali esistenti! Variare è la prima regola!
  • Frutta fresca: e qui si apre una parentesi per me felice. In gravidanza ho avuto voglia di frutta per tutto il periodo estivo, anche quando stavo male erano i meloni e le angurie a tenermi in piedi. Consumate ogni giorno un po’ di frutta fresca, magari come spuntino di metà mattinata.
  • Non dimenticate l’olio extravergine di oliva (e le olive!) e magari l’olio di semi di lino o di canapa. Utilizzate sale marino integrale.

In questo elenco non sono citati alimenti di origine animale per l’elevato potere acidificante che svolgono sull’organismo, ad eccezione del pesce che, nel caso non abbiate motivazioni particolari per evitarlo, può essere assunto per portare vitamina B12, taurina e acidi grassi polinsaturi a catena lunga (presenti anche nelle alghe).

Io, personalmente, assumo talvolta formaggio e uova ma molto raramente (circa 1 volta a settimana) e non consumo latte vaccino perché prediligo il latte vegetale (mandorla, riso o soia).

Ovviamente l’alimentazione non è il solo fattore importante: un’attività fisica regolare, luce, sole e aria pulita ma anche una condizione di tranquillità mentale e l’assenza di stress hanno un grande valore in questo senso.

Questa lista è in larga misura influenzata dalla lettura del libro “I primi mille giorni” di L. Proietti e S. Bietolini ma riporta anche mie scelte personali. Sapete che amo informarmi su vari canali ma anche attraverso ciò che il mio corpo richiede. Vi consiglio infatti di liberarvi di molti sapori “chimici” e di passare a sapori più neautri e naturali in modo da poter conoscere bene i vostri bisogni reali. Quando siamo abituati a certi sapori è difficile capire i bisogni. E i desideri, troppo spesso, in questa società sono fuorvianti.

Un abbraccio a tutte le future mamme che hanno letto questo articolo!

About Samantha

Samantha
Samantha Alborno -------------------------------------------------------------------------------------------------- Samantha si appassiona alla cucina naturale e conduce due programmi di ricette: "In cucina con Samantha" per Telegenova e "Naturalmente...in cucina" sulla Web Tv di Donna Moderna. Organizza corsi di cucina, consulenze per la ristorazione e piccoli eventi.

Check Also

Sformato di zucca e cous cous

Dicembre 2016 – Questa ricetta nasce con due obiettivi diversi: il primo è quello di …