Home / Le notizie di Samantha / Perchè utilizzare i prodotti di stagione

Perchè utilizzare i prodotti di stagione

verdura-ottobre-novembreCi sono numerosi motivi per fare questa scelta di vita. E’ una vera e propria scelta di vita perchè per molti di noi significa “studiare”. Eh già, con questa mania di mangiare le fragole a dicembre la mia generazione è cresciuta (non tutti per fortuna!) senza un contatto con la terra e con i cicli stagionali. Io fino a qualche anno fa non mi ponevo nemmeno il problema ma poi ho approfondito l’argomento e ho deciso di consumare solo frutta e verdura di stagione. Per quale motivo?

1. Per produrre frutta e verdura fuori stagione le tecniche utilizzate sono due: utilizzare serre riscaldate oppure coltivare nei paesi che hanno un clima adatto ad una determinata coltivazione anche in periodi qui sfavorevoli. Ovviamente, in qualsiasi modo arrivino sulla tavola questi prodotti, possiamo facilmente immaginare quanto ciò sia devastante per l’ambiente. Le serre riscaldate consumano molta energia e vengono utilizzati molti pesticidi  e fertilizzanti che non sono propriamente un toccasana nè per la terra, che viene inquinata e diventa meno fertile, nè per noi che ce li mangiamo. 🙁 E se la frutta e la verdura la importiamo da paesi con il clima favorevole? Guardando i dati Coldiretti sappiamo che un chilo di ciliege del Cile percorre ben 12.000 chilometri, consuma quasi 7kg di petrolio e produce 21kg di Co2. Ne vale realmente la pena?

2. Se non vi ho convinto con il primo punto e rispondete “Sì, ne vale la pena” alla mia domanda allora vi dico un’altra cosa. Avete mai fatto caso alla differenza che esiste tra le zucchine di novembre e quelle estive? Se non lo avete mai notato vi conviene iniziare ad informarvi sulla provenienza dei prodotti che acquistate perchè la differenza è lampante. Quasi sempre i prodotti “artificiali” non hanno il gusto che dovrebbero avere e i livelli nutrizionali sono mediocri.

3. Il prezzo dei prodotti fuori stagione è ovviamente più alto. Oltre ai costi sociali, come l’inquinamento, che hanno un impatto sulle nostre vite a lungo termine diciamo che anche il portafoglio non ringrazia. Ma il costo sociale più alto che paghiamo è quello della nostra salute. Infatti, per fare crescere rapidamente la verdura fuori stagione la sottoponiamo a bombardamenti chimici che nuociono alla pianta e a noi stessi. In prima fila ci sono i fertilizzanti a base di nitrati e i fitormoni che accellerano in modo innaturale la crescita delle piante.

Concludendo, aggiungo che i prodotti di stagione fanno bene all’economia locale ma anche a quella di altri paesi dove lo sfruttamento è all’ordine del giorno. Non possiamo pensare di combattere la discriminazione nei confronti degli animali senza curarci di quello che accade agli esseri umani nelle coltivazioni di certi paesi. Conoscere produttori locali, magari tramite un GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) è una cosa utile per l’ambiente e per l’economia ma sopratutto per il gusto: le ricette di stagione sono la base di un’alimentazione sana e gustosa…non dimentichiamolo mai! 🙂

Sul nostro blog trovate sempre molte ricette di stagione…non cuciniamo mai le melanzane a dicembre! 😉

About Samantha

Samantha
Samantha Alborno -------------------------------------------------------------------------------------------------- Samantha si appassiona alla cucina naturale e conduce due programmi di ricette: "In cucina con Samantha" per Telegenova e "Naturalmente...in cucina" sulla Web Tv di Donna Moderna. Organizza corsi di cucina, consulenze per la ristorazione e piccoli eventi.

Check Also

La mia intervista a Jodi Berg, amministratore delegato di Vitamix

In occasione dei K-Days di Künzi ho avuto il piacere di intervistare Jodi Berg, amministratore …